sabato 8 dicembre 2012

La torta di mele di "Ninì"

Quest'anno ho passato tutto il mese di settembre in vacanza in Sicilia. Ho visto luoghi bellissimi.. ho conosciuto persone non solo bellissime gentilissime splendide e dolcissime ma anche bravi in cucina!
Una sera mi trovavo in casa da sola mentre il mio lui era a pescare dalla spiaggia (a pochi metri da casa) sento suonare il campanello. Strano ma chi sarà? Non sapevo neanche di avere il campanello al cancello! Apro e una signora bellissima, con uno sguardo dolcissimo mi da la buona sera e mi porge un piatto con una porzione abbondante di torta di mele e mi dice " Questa l'ha fatta mio marito, lui è migliore di me per i dolci" Conobbi così una signora stupenda di nome Franca con il marito di nome Antonino, il quale mi mise a disposizione una bicicletta (una Pininfarina...mica baubaumicimicio) per tutto il mese della nostara permanenza.
Tutte le mattine alle 6 ero in sella a farmi un'ora di pedalata lungo la litoranea...che meraviglia! La signora Franca ha dedicato la vita ad insegnare ai nostri figli e ora si gode la pensiopne insieme al marito, ex ufficiale della marina, in pensione anche lui. Abbiamo fatto una bella amicizia con queste splendide persone, ci siamo scambiati piatti cucinati con l'amore di voler trasmettere tradizioni delle nostre rispettive regioni.
La signora Franca si è rivelata un cuoca sopraffina, e il marito, chiamato con il diminutivo "Ninì", un pasticcere bravissimo e con carineria mi ha passato la ricetta di questa bella torta che io voglio dedicare a lui e alla moglie, con grande stima ed affetto.


Ingredienti:350 gr. Di farina- 200gr. Di burro- 250 gr. Di zucchero- 4 uova- 2 kg. Di mele (a piacere qualche banana)- una bustina di lievito- buccia grattugiata di un limone e cannella inpolvere.

Esecuzione: Tagliare la frutta a cubetti e metterla a macerare in poco zucchero e un liquore a vostra scelta. ( Ma il signor Ninì mi ha detto che il maraschino è l'ideale) Sbattere i tuorli con lo zucchero, aggiungere il burro fuso, poi la farina. Montare gli albumi a neve ben ferma, aggiungere all'impasto insieme alla bustina di lievito, alla buccia grattugiata del limone e al pizzico di cannella. Versare metà impasto in una teglia del diametro di 28 centimetri, versare la frutta macerata, e coprire con il resto dell'impasto sbattendo bene la teglia da livellarne il contenuto. Infornare a 180° per 40 minuti circa (controllate a metà cottura).

4 commenti:

☆ღ )O(Claudia)O( ღ☆ ha detto...

Deve essere squisita!! Questa variente con la banana non la conoscevo... Complimenti al Signor Ninì!

Soffio ha detto...

la Sicilia ha molto da insegnare in cucina, si mescolano tante tradizioni in una bella fusione di idee e di prodotti

Blackswan ha detto...

In generale,non mi piacciono i dolci, ma per la torta di mele farei follie. Questa, poi, mi sembra fantastca.Ciao, cara :)

sergio celle ha detto...

...anch'io non ho la gola profonda per i dolci, l'unico che non rifiuto mai è la torta di mele con varianti...so che prima o poi la tua ricetta la farò eseguire da qualcuno..ho fatto copia e incolla.,.,.grazie Gala...buona domenica..

Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution 3.0 Unported License.